Assistenza clienti 9-18

+39 035 630 65 81

0
Carrello:

0 EUR

  • Non ci sono prodotti nel carrello

Totale: EUR

  • Novità
  • Ogni cosa al suo posto, come controllare il caos nella stanza del bambino

lut 12

Ogni cosa al suo posto, come controllare il caos nella stanza del bambino

Orsacchiotti, bambole, palline, tonnellate di lego e quant’ altro, tra cui scarpe, vestiti e matite colorate: tutto questo deve entrarci in una cameretta. Sicuramente ci siamo dimenticato di qualcosa, ma bisogna dire le cose come stanno: la cameretta, indipendentemente dall'età del bambino, può tranquillamente ambire con successo ad essere denominata la stanza più sovraccaricata di tutta la casa. Allo stesso tempo, è sicuramente la stanza che svolge il maggior numero di funzioni nello stesso momento: funga da camera da letto, da stanza dei giochi e da posto dove studiare. E anche solamente per quest’ultima ragione, dovrebbe esserci un ordine al quanto relativo. La parola relativo è fondamentale qui, perché per quanto ai bambini piaccia eseguire delle manovre impossibili tra gli oggetti sparsi ovunque, i genitori invece non condividono con loro lo stesso tipo di entusiasmo. Come arginare questo caos senza scontentare tutti? Abbiamo qualche idea a riguardo, leggetele!

 

Letto a castello oppure uno a soppalco

 

La situazione non è semplice, se si dispone di poco spazio  - in tal caso anche un piccolo disordine fa sembrare la stanza piena ed ingombra. Ad ogni modo, non illudiamoci, anche con più metri a disposizione non è molto più facile - c'è solo molto più spazio per creare ancora più disordine. Venendo al dunque – l’essenziale è stabilire all’interno della stanza delle zone. Lo si può fare anche in una stanza piccola utilizzando dei mobili scelti in modo appropriato. Il primo e fondamentale quesito è il posto letto, perché il dormire è un’attività primaria sia rispetto allo  studio che al gioco ed altre attività in generale. Ecco perché è importante che sia separato, anche simbolicamente dall'area dedicata al gioco. Un effetto del genere lo si può ottenere per mezzo di una partizione laterale oppure una testiera del letto messa nella direzione opposta alla testa . Un mobile invece, che "automaticamente" dividerà la stanza in diverse zone senza dover ulteriormente scervellarci sopra, è sicuramente il letto a soppalco o nel caso di più di un bambino - un letto a castello. Il letto a soppalco ha il vantaggio in più avendo uno spazio sottostante vuoto che permette di avere molteplici possibilità di sistemazione - compreso i mobili quali cassettiere o armadi.

 

Una zona per lo studio e per il gioco, e comunque un posto per le rimanenti attività quotidiane di un altro genere. Proprio qui si dovrebbe trovare una scrivania, i giocattoli e tutti gli altri oggetti indispensabili per la vita di un bambino. E non prendiamoci in giro è propria questa la zona più esposta al disordine onnipresente e dilagante. Iniziamo con lo studio: qui la priorità è la scrivania che dovrebbe essere adeguata all'altezza all'età del bambino. Per risparmiare spazio e rendere la stanza visivamente più ordinata, disponete la scrivania sotto il letto: in questo modo non solo sfrutterete lo spazio sottostante, ma creerete anche un luogo che faciliterà sia la concentrazione che l'apprendimento. L'unica cosa di cui avete bisogno è una buona illuminazione che renderà piacevoli le ore da dover trascorrere alla scrivania. Nel caso di bambini più piccoli, per cui è altrettanto importante avere uno spazio adatto dove appendere i propri disegni e altero tipo di opere, fare i puzzle oppure invitare gli orsacchiotti  a prendersi il caffè, una soluzione del genere funzionerà altrettanto bene. Vale la pena ricordare che più la scrivania o il tavolo sono adeguati, più scaffali o armadi supplementari potranno esserci accanto: questo fatto non ingombrerà lo spazio ma al contrario lo renderà funzionale e ordinato.

Un posto dove giocare lo si può essere arrangiare con successo in mezzo alla stanza, mettendoci semplicemente un tappeto oppure un tappetino da gioco. Gli alleati nel tenere a bada tutti i tipi di giocattoli e di gadget indispensabili per il gioco sono senza dubbio contenitori di qualsiasi voglia genere, cestini e scatole, tutto disposto intorno. Questa disposizione è molto più pratica rispetto a quella degli scaffali o delle mensole, perché dopo averli usati, alla fine del gioco, possono essere rimessi rapidamente a posto- senza la necessità di doverli riordinare per lungo tempo.  I bambini hanno un'avversione innata rispetto al mettere a posto, e nel caso di cestini o altri contenitori, è facile cambiare questa noiosa attività in un grande divertimento, per esempio lanciando dei peluche all’interno del cestino (cioè tiro al canestro). L'uso dei contenitori ha ancora un ulteriore vantaggio, che vale la pena usare. Scegliendo forme e colori diversi, quindi utilizzando il metodo della segregazione, li si può facilmente insegnare quali sono per esempio quelli da utilizzare per contenere i lego.

 

Nel caso di vestiti, scarpe e altri accessori, il margine di gioco è limitato. La soluzione migliore sarà un armadio o una cassettiera, un appendiabiti per riporre i giacchetti. Tuttavia, abbiamo un trucco anche per questi – contrassegnate ciascun cassetto con un adesivo ripotante la forma degli abiti in esso contenuti -  sarà uno spasso per i bambini rimettere le cose giuste al posto giusto, vedrete!

WNM Group

Consegna gratuita
Invio in 24 ore
100 giorni per la restituzione
Acquisti sicuri