Assistenza clienti 8-18

+39 035 630 65 81

Carrello:

0 EUR

  • Non ci sono prodotti nel carrello

Totale: EUR

  • Novità
  • Organizziamo spazio per i bambini con allergie - come appare nella pratica?

gru 28

Organizziamo spazio per i bambini con allergie - come appare nella pratica?

A maggio, ti abbiamo scritto su quali vernici da utilizzare sui mobili e sugli interni sono sicure per i bambini affetti da allergie. Questo vale per tutti i suoi tipi, a causa del fatto che il corpo indebolito della persona allergica reagisce molto più violentemente a qualsiasi tipo di sostanza irritante. Ti invitiamo a dare un'occhiata alla voce dedicata alle vernici per chi soffre di allergie, ai certificati che dovrebbero possedere da dare ai addetti alla verniciatura. Lo troverete QUI

 

Oggi ci concentreremo su consigli pratici su come decorare la stanza di un bambino a cui è stata diagnosticata un'allergia. Molti genitori, quando sentono una diagnosi positiva presso l’allergologo, si fanno prendere dal panico perché pensano che la vita cambierà improvvisamente di 180 gradi e dovranno riorganizzare non solo l'ambiente circostante, ma anche tutta la loro vita. Con uno spazio da arrangiare per chi soffre di allergie c'è un po' di problemi, ma non è così complicato quanto può sembrare.

 

Prima di tutto, vale la pena sapere che l'allergia è un problema che è stato definito: malattia della civilizzazione del 21 ° secolo.  Cento anni fa questo problema toccava solo l'1% della popolazione. Nel frattempo, si stima che fino al 40% delle persone possa ora essere alle prese con varie forme di allergie! Questo numero è sconcertante, perché un'allergia non curata può portare a molte conseguenze quali l'asma e la dermatite atopica. Inoltre, le allergie, ad esempio alle proteine ​​del latte di mucca, possono evolversi nel tempo a seguito dei frequenti contatti corporei con altri allergeni e diventare inalate. Questa è la cosiddetta marcia allergica, cioè la transizione da una forma di allergia in un'altra.

 

Una delle cause più comuni di allergie sono gli allergeni presenti nell'aria, vale a dire acari della polvere o muffe, le quali evitare in casa può risultare problematico. Molti genitori quando scoprono che il loro bambino è allergico, vanno in panico pensando di dover cambiare completamente gli interni di casa, le proprie abitudini e riorganizzare in generale il proprio stile di vita. Le paure riguardano in maggior misura lo spazio in cui il bambino rimane più tempo, ovvero la sua stanza e il suo letto. Oggi suggeriremo come organizzare la cameretta del piccolo affetto da allergia per renderlo sicuro al massimo.

 

Pavimento e pareti

 

In questo caso, la vecchia regola che vale in questo caso è che il meno vuol dire di più . Nella stanza del bambino allergico, l'opzione migliore sono i pavimenti le pareti nude, letteralmente. Sarebbe ideale che il pavimento fosse in legno naturale protetto da una vernice all'acqua. A loro volta, i preparati per l'impregnazione naturale, come cere o oli, non sono raccomandati. Anche i pannelli per pavimento sono un’ottima idea, a causa della facilità nel mantenimento della pulizia, ma vale la pena controllare se sono prodotti che non contengono degli additivi dannosi. Uno dei problemi principali per i genitori di coloro che soffrono di allergie è quello riguardante i tappeti e la moquette che nella stanza non dovrebbero esserci. Questo problema può anche essere gestito in modo relativamente semplice. Esistono delle moquette speciali per chi soffre di allergie che non solo impediscono lo sviluppo di acari, ma sono anche resistenti alle muffe e hanno la capacità di assorbire la polvere presente nell'aria. Un'alternativa al tappeto sono dei tappetini in cotone, che scaldano l'interno e creano un zona da gioco sul pavimento, e sono facili e veloci da lavare.

 

Le pareti nella stanza di quelli che soffrono di allergie dovrebbero essere prive di carte da parati, di quadri e di decorazioni sulle quali si accumula la polvere. Sulle superfici lisce le impurità si depositano molto meno rispetto a quelle ruvide con molti rilievi. Nei negozi di bricolage ci sono anche vernici che riportano certificati allergologici, che non contengono sostanze dannose e quindi non possono esacerbare il decorso della malattia. Per saperne di più sulle vernici consigliate per chi soffre di allergie lo potete sapere leggendo il nostro post di maggio.

Letto e mobili

La scelta migliore per il piccolo affetto da allergia è un letto e dei mobili realizzati in legno naturale, di buona qualità. Questa materia prima non ha solo proprietà allergeniche, ma possiede anche delle proprietà antistatiche, grazie alle quali sui letti e i mobili in legno la polvere non si deposita. Importante è scegliere un produttore che garantisca la verniciatura del letto con vernici contrassegnate con standard e certificati adeguati che regolano le sostanze in essi contenute e il loro livello di sicurezza. Vale la pena pensare ai letti senza il cassetto inferiore, preferibilmente su un piano leggermente rialzato, in modo che lo spazio sottostante possa essere facilmente accessibile e quindi pulito. Per chi soffre di allergie, letti a castello e a soppalco sono una buonissima soluzione. Le particelle di polvere sono più pesanti dell'aria, quindi tendono a cadere. Dormendo in altezza che garantisce il soppalco, abbiamo un’aria molto più pulita rispetto a quella sottostante, soprattutto di notte, quando nulla la mette in movimento.

 

Altrettanto importante è la scelta del materasso giusto. Si consiglia a coloro che soffrono di allergia di non dormire sui materassi con l'aggiunta di cocco o di faggiopiro, sono particolarmente raccomandati in tali situazioni i materiali sintetici con la struttura compatta. Schiuma, lattice e spugna sono anche ideali per i bambini che sono sensibili sia agli acari che alla muffa.

 

Tessuti, peluche e giocattoli

 

È difficile immaginare una finestra che non sia decorata con una tenda. Hanno non solo un ruolo estetico, ma soprattutto assicurano la privacy e ci assicurano che nessuna persona indesiderata guardi dentro attraverso le finestre. Anche se non è consigliabile appendere tende oscuranti, pesanti e massicce nella stanza di una persona affetta da allergia, le tende ariose invece sono già un'opzione consentita. Ben viste sono le tende oscuranti tipo a rullo. La condizione che rende le tende a rullo e le tende leggere sicure per chi soffre di allergie è il loro frequente lavaggio e una costante pulizia dalla polvere.

 

Un orsacchiotto, un peluche è sicuramente il miglior amico del bambino, ma le mascotte morbide e a pelo lungo sono un ottimo luogo per far coltivare e sviluppare gli acari. Nella stanza di chi soffre di allergia bisogna idea ridurre al minimo gli animaletti di peluche e sostituirli con giocattoli in legno o di plastica facili da pulire. Nel caso del legno, vale di stare attenti alle vernici e agli impregnati utilizzati nella loro produzione, come ad altri prodotti  utilizzati per la verniciatura. Dovrebbero riportare tutti gli attestati e i certificati necessari a conferma della loro sicurezza a contatto con chi soffre di allergia.

 

Gruppo WNM

Consegna gratuita
Invio in 24 ore
100 giorni per la restituzione
Acquisti sicuri